31 dicembre 2010

BUON ANNO
ARDEA-ONLINE.ORG

30 dicembre 2010

CORSO DI ITALIANO GRATUTITO AD ARDEA



L'associazione "DONNA", riprende le attività del 2011, con una iniziativa sociale e solidale. Il 9 gennaio ore 15.00, si apre il corso di italiano per stranieri, completamente gratuito, con scadenza settimanale. L'impegno delle volontarie dell'associazione ha lo scopo di sostenere l'integrazione ai cittadini stranieri, in particolare alle donne, che a causa della difficoltà legata alla lingua, sono vittime di ulteriore emarginazione sociale. Il corso è stato pensato e promosso in forma gratuita, in quanto è rivolto alla fascia meno abbiente dei residenti stranieri residenti nel comune di Ardea. Ass. DONNA presso circolo Agorà viale san lorenzo 46 tor san lorenzo Ardea
Per contatti e informazioni Barbara 3386119578 Maria 3283743271

26 dicembre 2010

Consiglio Comunale del 29 Dicembre 2010

Il Presidente Policarpo Volante ha convocato il Consiglio Comunale per Mercoledì 29 Dicembre 2010 alle ore 10:30 in prima convocazione ordinaria, presso la sala del Centro Anziani “Nuova Florida” (via Reggio Calabria, 9 - Ardea).

Ordine del giorno:

1) Approvazione verbale seduta precedente;

2) Comunicazioni del Sindaco;

3) Mozioni Interrogazioni interpellanze;

4) Delibera Giunta Comunale n. 110 del 05/11/2010 avente ad oggetto “Variazione Bilancio di previsione al bilancio pluriennale 2010 – 2012, alla Relazione previsionale e programmatica – Ratifica;

5) Delibera Giunta Comunale n. 116 del 11/11/2010 avente ad oggetto “ Variazioni Bilancio di previsione al bilancio pluriennale 2010 – 2012, alla Relazione previsionale e programmatica” – Ratifica;

6) Delibera Giunta Comunale n. 117 del 16/11/2010 avente ad oggetto “ Variazioni Bilancio di previsione al bilancio pluriennale 2010 – 2012, alla Relazione previsionale e programmatica” – Ratifica;

7) Verifica quantità e qualità di aree e fabbricati da destinarsi alla residenza, alle attività produttive e terziarie che potranno essere ceduti in proprietà o in diritto di superficie;

8) Rideterminazione del sistema di esenzioni per i servizi scolastici a domanda individuale di mensa e trasporto riservato e principi di disciplina generale delle relative tariffe. Determinazione del tasso di copertura del costo di gestione dei servizi per il bilancio 2011 ;

9) Programmazione OO.PP. triennale ed elenco annuale 2011 –2013 - Adozione;

10) Approvazione piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari;

11) Approvazione Bilancio annuale di previsione per l’esercizio 2011 – Relazione previsionale e programmatica triennio 2011/2012 – Bilancio pluriennale per il triennio 2011/2013.

23 dicembre 2010

ARDEA-ONLINE.ORG

21 dicembre 2010

Rifiuti

Verdi: «Da Tar Lazio risultato che da ragione ai comitati. Bocciata la scelta dell’incenerimento. Subito risorse per sviluppo differenziata»

«La bocciatura dell’iter per l’inceneritore di Albano arrivata dal Tar Lazio è una grande notizia, che dimostra la validità delle motivazioni non ideologiche rappresentate da mesi dai comitati locali che si battono per la difesa del territorio e della salute”. Lo dichiara Ferdinando Bonessio, presidente dei Verdi Lazio.

«Siamo di fronte alla migliore risposta che potesse esserci a quanti marcano con facilità come ‘ambientalismo del no’ le proteste di chi vuole semplicemente vedersi riconosciuti i diritti fondamentali garantiti dalla Costituzione, e dalla Comunità Europea, come il diritto alla salute e alla qualità della vita. La bocciatura del Tar in questo senso dimostra – prosegue Bonessio – che è il metodo ad essere sbagliato. Bisogna investire e puntare sui principi già sanciti dall’Europa in tema di gestione dei rifiuti, ovvero su differenziata, riuso, ed anche prevenzione, una parola che non si sente usare spesso nel nostro paese e nella nostra regione».

«Ci batteremo contro l’imposizione dall’alto di impianti obsoleti che non rappresentano la risoluzione del problema rifiuti anche per gli evidenti lunghi tempi di realizzazione. Nonostante le dichiarazioni di Polverini e Alemanno – conclude il presidente dei Verdi Bonessio - che hanno già annunciato che ricorreranno al Consiglio di Stato, saremo al fianco dei comitati di Albano ai quali si deve questa grande vittoria, con la presentazione di nostri emendamenti affinché sin da questo Bilancio regionale, siano inserite norme che favoriscano la filiera dei rifiuti anziché l’incenerimento, così vedremo se la Polverini ha capito la lezione».


Ufficio stampa
Verdi Lazio

Via Laurentina congestionata con gravissimi disagi


Ardea:Viabilità da “mulattieri”

Ardea – E’ delle scorse settimane la notizia diffusa su tutti gli organi di stampa locali della pioggia di centinaia di migliaia di euro per la riqualificazione urbana di Tor San Lorenzo ed il completamento della viabilità di alcune vie della Nuova Florida. Sicuramente opere necessarie di cui il paese ha bisogno anzi di cui il paese era in attesa da molti anni. Bene.

E’ mai possibile, però, che nessuno degli amministratori si accorga dei pesantissimi disagi che la popolazione deve subire ogni mattino sulla tratta di via Laurentina che inizia da via della Castagnetta fino ai piedi della “Rocca”? Sono anni che lavoratori, studenti, semplici avventori di zona sono costretti a percorrere circa due kilometri in un tempo medio di venti minuti!

Sono numeri da traffico congestionato di una grande metropoli. Ricordandosi di essere in un centro urbano oramai di medie dimensioni ci rendiamo conto che la nostra viabilità principale è rimasta quella dei carretti e dei cavalli.

Al mattino ci mettiamo tutti in fila per raggiungere le varie mete, scuole in primis, rendendoci conto di essere utenti di una gloriosa via Consolare, la Laurentina, utilizzata come una “mulattiera”.

Sarebbe il caso di impegnare le capacità tecnicamente preparate per analizzare il flusso viario ed individuare se con piccoli interventi strutturali si possano alleviare grandi difficoltà.

Il primo suggerimento è di intervenire sulla rotonda sita all’altezza di via Strampelli. A “occhio” sembra sovradimensionata non consentendo la canalizzazione del traffico in direzione dei plessi scolastici e in direzione di Ardea centro. Se questo tipo di intervento risulta essere oneroso in termini economici, allora in maniera semplice si può “tagliare in due” la rotonda in questione facendo in modo che l’utenza scolastica non intralci quella verso Ardea e quella verso via Strampelli.

Con un modesto intervento si permetterebbe una fluidità di traffico accettabile anche nelle fasce di orario definite “critiche”.

Si chiede, quindi, attenzione e sensibilità non solo per le grandi opere che implicano grandi investimenti economici ma anche per i piccoli interventi che non “disturbano” le casse comunali e che tanto giovamento darebbero ai cittadini nella routine quotidiana.

Nicola Pisani

Presidente CdQ Castagnola-Castagnetta



Associazionismo ad Ardea. profit o non?




Una piccola (si fa per dire), provincia a pochi km da Roma.
Quartieri popolosi, quasi realtà che non si incontrano, ognuno con il proprio tessuto sociale.
Ardea che soffoca nell'incuria amministrativa, pur con una classe dirigente dotata di grande consenso elettorale che governa senza quasi opposizione, scarsa percentuale. Essa vanta pero' un gran numero di associazioni.
Questo potrebbe indurre il lettore a pensare che il primato sia dovuto ad una fervente partecipazione cittadina.
In anni ormai lontani esisteva un coordinamento delle associazioni locali, che in modo trasversale collaborava a proporre, criticava, induceva l'amministrazione a considerare questa o quella questione.
Con l'affinarsi delle competenze e l'aumento del nuovo modello "arrampicatore sociale in erba", assistiamo oggi a un nascere quasi sistematico di associazioni, alcune di queste irrintracciabili nei loro siti internet. che spontaneamente si formano, si presentano, fanno lanci spot sui giornali locali, ma di fatto, nessuno capisce quale sia la loro reale finalità.
Ora che costituire una associazione, soprattutto se onlus, dia il diritto di partecipare alle decisioni comunali, ognuna per il proprio settore di appartenenza, è fuori di dubbio, ed è certamente encomiabile, che qualche libero cittadino, volenteroso e apolitico, si dia da fare per collaborare al miglioramento della vita del comune.Quasi come sostituirsi agli eletti delegati dal popolo, per sostenere una lotta.
Ma il fatto desta stupore quando consideriamo che le stesse aggregazioni cittadine, in qualità di associazione ricocosciuta, hanno la possibilità di ricevere denaro attraverso la presentazione di progetti.
Ci viene da pensare che quest'inflazione di presenze associative, il pullulare delle loro costituzioni, siano preordinate per il favore ai soliti furbetti del quartierino.
Crediamo che il nominato dalle elezioni, incaricato ed eletto democraticamente, sia per sua natura, investito dell'onere del "farsi carico" della gestione dei vari problemi del territorio, e quando apprendiamo la velocità e la solerzia con cui sorgono queste associazioni, alcune presentate con tanto di comunicato stampa, ci commuove lo scoprire tanta generosità dei liberi cittadini.
Come nella storia dei falsi invalidi, rischiamo di trascinare nella massa i buoni intenzionati, perchè cominciamo a dubitare di tutti.
L'uso-abuso di queste obsolete tecniche clienterali puo' essere nocivo alla comunità, e non solo dal punto di vista economico, ma anche e soprattutto dal punto di vista morale.
Concluderemo questo comunicato d'esternazione, non invocando la parità di partecipazione, come ci apparterrebbe per logica, ma ponendo la questione in termini civili, prendendo atto che i cittadini per fortuna, o purtroppo non stanno più a guardare, ma vedono, valutano, giudicano e poi premiano.

PRC circolo Ardea

18 dicembre 2010

Molti a rischio bassa pensione Studio Bankitalia, sara' difficile matenere tenore vita adeguato


(ANSA) - ROMA, 18 DIC - Molti lavoratori, una volta in pensione, potrebbero non avere risorse sufficienti a mantenere un tenore di vita adeguato. L'allarme arriva da uno studio di Bankitalia, che sottolinea come la diminuzione del tasso di sostituzione tra retribuzione e pensione previsto nei prossimi anni e l'ancora scarsa adesione alla previdenza integrativa fara' si' che i lavoratori in futuro saranno 'esposti a un forte rischio previdenziale. Lo studio e' dei ricercatori Giuseppe Cappelletti e Giovanni Guazzarotti.

Consiglio comunale rinviato per neve


Rinviato a data da destinarsi il consiglio comunale previsto per il 17/12/2010 alle ore 17,00 presso il centro anziani di Tor San Lorenzo. La forte nevicata che non ha prodotto grossi danni ma ha messo comunque in difficoltà la circolazione stradale. La seduta avrebbe trattato principalmente alcuni punti riguardanti problemi urbanistici.

Il punto più importante che doveva essere approvato per far si che si potesse riprendere a costruire indisturbati nella zona di Rio verde era "Piano Particolareggiato di Recupero ai sensi della L.R. n.28/80 come modificata dalla L.R. n.76/85, della zona B/8 (completamento) del vigente P.R.G. denominata Rio Verde" Le tavole da approvare sono state elaborate dai tecnici dell'ufficio urbanistica e portate alla valutazione della commissione urbanistica. Purtroppo il maltempo che imperversa sul litorale romano da questa notte ed in particolare sui comuni di Pomezia ed Ardea ha fatto si che buona pate i componenti il consiglio comunale restassero bloccati a causa neve fin dalle prime ore della mattina facendo saltare tutti gli appuntamenti politici. Per dovere di cronaca ricordiamo che la zona Rio Verde, fu lottizzata dalla Soc. Immobiliare Rio Verde del Prof. Bassan che acquistò l'appezzamento di terreno dal lottizzatore della Nuova Florida Commendatore Ermenegildo Tartaglia. Un unico pezzo di terreno non faceva all'epoca parte della lottizzazione Rio Verde il casale dell'allora avvocato Funari. tanto che come si evince dalla planimetria di fianco la strada viale Nuova Florida non era collegata con la Laurentina. Certo parliamo di quaranta ed oltre anni fa. Pr dovere di cronaca va detto che a tutt’oggi il tratto di strada di Viale Nuova Florida che non si vede nella planimetria è ancora di proprietà del proprietario del casale ex Funari non avendo preso il comune in consegna il terreno.
Luigi Centore

HA HA HA HA...... CHI LEGGE QUESTO ARTICOLO E NON VIVE AD ARDEA POTREBBE PENSARE CHE LA NEVE CADUTA HA BLOCCATO LE STRADE IMPEDENDO LA LIBERA CIRCOLAZIONE. TANTO PIU' CHE LA MAGGIORANZA DEI CONSIGLIERI COMUNALI VIAGGIA IN SUV DI GROSSE DIMENSIONI CHE NON HANNO CERTO PROBLEMI AD AFFRONTARE 2 CENTIMETRI DI NEVE.
IN VERITA' CREDIAMO CHE NON SI E' TROVATO L'ACCORDO NELLA MAGGIORANZA E CHE NEANCHE IL SINDACO E' FAVOREVOLE AD UN PIANO URBANISTICO RIMANEGGIATO PIU' VOLTE.
ANCHE LA COMMISSIONE URBANISTICA PRECEDENTEMENTE CONVOCATA E' ANDATA DESERTA E NON CERTO PER QUATTRO FIOCCHI DI NEVE.
IL CENTRO DESTRA GUIDATO DA EUFEMI NON PERDE OCCASIONE PER SMENTIRSI NELLO STILE DI COMUNICARE AI CITTADINI.
SE L'INTENDIMENTO E' QUELLO DI CONTINUARE A CEMENTIFICARE IL TERRITORIO SPERIAMO CHE CONTINUI A NEVICARE HAHAHAHAH.

il Webmaster

16 dicembre 2010

Consiglio Comunale del 17 Dicembre 2010

Il Presidente ha convocato il Consiglio Comunale per il giorno 17 dicembre 2010 alle ore 17:00 presso la sala del Centro Anziani "Caduti di Nassiriya" (via dei Tassi, 18/b Tor San Lorenzo - Ardea).
Ordine del giorno:
1) Approvazione verbali seduta precedente;

2) Comunicazioni del Sindaco;

3) Mozioni, interpellanze, interrogazioni;

4) Piano Particolareggiato di Recupero ai sensi della L.R. n.28/80 come modificata dalla L.R. n.76/85, della zona B/8 (completamento) del vigente P.R.G. denominata Rio Verde;

5) Adozione variante urbanistica al PRG vigente per ampliamento cimitero via Strampelli;

6) Deroga alle NTA e al REC relativamente al progetto di sopraelevazione "Scuola Elementare via Tanaro"; importo totale dell'opera 650.000 euro;

7) Adozione accordo di programma relativo all'immobile sito in via Laurentina angolo via Campo di Carne, meglio identificato al NCEU foglio 55 particelle 4052, 4053, 4054, 4055 (ex 2080 e 17A, 9 e 18A) in corso di assegnazione identificativo (Proprietà Società SECR srl);

8) Rideterminazione del sistema di esenzioni per i Servizi scolastici a domanda individuale di "mensa" e "trasporto riservato" e principi di disciplina generale delle relative tariffe; determinazione del tasso di copertura del costo di gestione dei servizi per il Bilancio 2011.

14 dicembre 2010

Eufemi Colpito nel vivo risponde stizzito all'interrogazione Idv in Consiglio Regionale presentata dall'On. Claudio Bucci.


Già nel 2003 presentai una interrogazione nel Consiglio Comunale di Ardea per l'incuria di come venivano rilasciate le concessioni edilizie che non tenevano conto dei fossi “ malamente “ intubati e misteriosamente scomparsi dalle carte giacenti presso l'ufficio tecnico comunale.

C'è ancora agli atti del Comune una lettera inviata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri che invitava l'Amministrazione, a fronte della mia interrogazione, a monitorare il territorio. La sottovalutazione di tale situazione rese possibile il disastro avvenuto il 9 settembre del 2005, molte case vennero inondate dalle forti piogge con danni ingenti su tutto il territorio. Eufemi proclamò lo stato di calamità promettendo risarcimenti dei danni ai cittadini che ancora stanno aspettando. Nel 2008 con meno intensità l'evento si è ripetuto, nuove case inondate nuovi danni.

Pochi gli interventi di messa in sicurezza, in alcuni casi si è provveduto predisponendo in occasione di forti piogge l'immissione delle stesse in pubblica fogna.

L'abusivismo lungo i fossi non si è interrotto, intere lottizzazioni sono ancora li, paurosamente esposte. Il rilascio di licenze edilizie in piani particolareggiati con 10 metri di distanza dai fossi, spesso recuperati con l'aggiunta di terra da diporto testimoniano la continua sottovalutazione del fenomeno.

Inoltre, Eufemi non risponde o fa finta di non sapere che molte licenze edilizie rilasciate alla Nuova Florida ricadono in zone ove mancano i servizi fognari autorizzando accorgimenti poco probabili per un corretto funzionamento. Basterebbe fare un giro per le vie Livorno, Forli', Pisa , ma nessuno controlla , forse si da per scontato che Geometri Consiglieri Comunali progettisti siano in grado di eseguire ad opera d'arte.

In meriro alle demolizioni sul lungo mare Eufemi si lascia andare in dichiarazioni enfatiche. «Il ’serpente di mattoni’ edificato a partire dagli anni ‘50 verrà' smantellato pezzo per pezzo. Abbiamo aperto un’altra finestra sul mare >>.

Peccato però che in molti casi il Comune si “dimentica “ di acquisire i terreni al patrimonio comunale con la conseguenza che dopo le demolizioni i terreni rimangono di proprietà e potrebbero essere recintati come prevede una ordinanza.

Il lungomare potrebbe di nuovo trasformarsi in spiagge private con roulotte e tende, insomma Eufemi non avendo un progetto di sistemazione procede maldestramente ad una operazione imposta da altre istituzioni senza idee di sviluppo che rischia di aggiungere ulteriore degrado.

Non ci meraviglia più l'arroganza con cui il nostro primo cittadino risponde ai solleciti delle opposizioni, tanto più se vengono da istituzioni superiori deputate al controllo e alla collaborazione.

Si esibiva in plateali elogi nei confronti della precedente amministrazione di centro sinistra regionale quando otteneva finanziamenti per opere pubbliche, cosa che ora non può fare nei confronti dell'attuale che sta imponendo lacrime e sangue ad una cittadina già vessata da lunghi anni di malgoverno di centro destra.


Valtere Roviglioni Alberto Delli Colli IDV ARDEA

11 dicembre 2010

CIRCOLO AGORA', MERCATINO ARTIGIANALE A TOR SAN LORENZO


IL MERCATINO ARTIGIANALE, ideato e curato dall'associazione “DONNA” a Tor San Lorenzo, si arricchisce di ulteriori giorni di apertura.

Con l'occasione del Natale, vogliamo dare la possibilità ai cittadini di Ardea di visitare la mostra che propone idee regalo originali a prezzi alla portata, e sostenere le donne invitandole a partecipare alla mostra artigianale, esponendo le proprie creazioni.

É inoltre in funzione lo stand del libro usato, cultura, curiosità, narrativa a 2 euro!


Presso il circolo Agorà viale San Lorenzo 46


Sabato 11 dalle 16:00

Domenica 12 dalle 10:00

Sabato 18 dalle 16:00

Domenica 19 dalle 10:00

Da Martedì 21 a Giovedì 23 tutte le mattine dalle ore 10.00


Auguriamo buone feste e vi aspettiamo con le nostre proposte!

Per contatti Barbara 3386119578 - Maria 3283743271

Associazione Donna circolo Agorà Tor San Lorenzo

09 dicembre 2010

CDQ NUOVA FLORIDA, RI-SCRIVE AL SINDACO PER VIA CAMPO SELVA


Al Sindaco di Ardea Carlo Eufemi

All’Assessore LL PP Daniele Bosu

Al Comandante Polizia Municip. Francesco Passaretti

e p.c. Al, Comandante Tenenza CC Ardea Lgt. A. Landi



Oggetto: Ennesima segnalazione pericolosità asfalto via Campo Selva.


Ancora una volta, domenica 5 dicembre, un’auto si è schiantata nella fatidica curva, la cui pericolosità dopo la riasfaltatura del 2009 è stata oggetto di nostre numerose lettere all’Amministrazione cittadina, di articoli di giornale, di una nostra denuncia alla Procura della Repubblica e di richiesta di messa in sicurezza avanzata anche da un Consigliere in un recente Consiglio Comunale.


Se non pecchiamo per difetto, questo è il venticinquesimo incidente occorso in quel curvone dopo il rifacimento del manto stradale. Qualcuno si è risolto con uno spavento e solo danni materiali al veicolo, altri – troppi – hanno avuto (come quest’ultimo) conseguenze gravissime. E’ un miracolo che non ci sia ancora scappato il morto!


CHI HA SULLA COSCIENZA TANTO SCEMPIO, TANTO DOLORE, TANTE

VITE ROVINATE ??


Noi non lo sappiamo, come anche non sappiamo se - ed eventualmente in quale misura - possano venir addebitate colpe ai conducenti incidentati. Ciò che sappiamo però (e che vi abbiamo più volte segnalato) è che in molti denunciano in quel tratto un asfalto scivoloso quando umido o bagnato; ma anche la mancanza di illuminazione e di un guardrail di protezione.


Distinti saluti.

Comitato di Quartiere Nuova Florida

Il Direttivo

Ardea, 9 dicembre 2010

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

"Genitori irrompono negli uffici comunali per discutere il costo del ticket mensa e scuola bus"
TUTTO FALSO, SE LO DICONO LORO!




RETTIFICA

SERVIZI SOCIALI – SERVIZI EDUCATIVI



In relazione agli articoli sulle esenzioni mense e trasporti pubblicati sul sito web http://www.ardea-online.org nei giorni scorsi si precisa che gli stessi contengono dati e affermazioni false ed infondate che ledono l´immagine dell´Amministrazione Comunale di Ardea e dei suoi Assessori.

Ci stupiamo come si possa pubblicare tali articoli senza verificare la fondatezza delle informazioni e riportare in virgolettato affermazioni mai pronunciate dalle persone in questione.

Nello specifico, si precisa che l´amministrazione contribuisce al pagamento del servizio a domanda individuale esenzioni mensa per €. 1.330.000,00 l´anno; al pagamento del servizio a domanda individuale di trasporto scolastico per €. 1.000.000,00 l´anno ; per assistenza scolastica ai minori per circa €. 870.000,00 l´anno; per assistenza domiciliare €. 300.000,00 l´anno; per le scuole dell´infanzia per €. 550.000,00 l´anno; a fronte di una presunta, contestata e dimostratamente falsa attribuzione di disinteresse dell´Amministrazione per i problemi sociali della collettività. Se un problema c'è stato, lo si deve al forte incremento delle domande di esenzione (il doppio rispetto allo scorso anno), l'amministrazione sta lavorando per smascherare chi senza diritto non vuole pagare nemmeno quel minimo di contributo richiesto togliendolo alle famiglie con reale necessità.

Pertanto le considerazioni false e tendenziose riportate negli articoli da voi pubblicati appaiono fondate solo su fantasie ed errate rappresentazioni della realtà. Tutto ciò è frutto di una autonoma valutazione del giornalista neanche supportata da dati peraltro pubblici come quelli contenuti nel bilancio comunale e successive deliberazioni.

Ci auguriamo che il Vostro sito non commetta in futuro ulteriori errori grossolani lesivi dell'immagine degli Amministratori pubblicando notizie infondate che non corrispondono in minima parte alla realtà dei fatti.

Ardea, 8 Dicembre 2010

Dott. Massimiliano Gobbi

(Assessore Servizi sociali, Protezione civile del Comune di Ardea)


Paolo Dei Santi

Assessore Cultura, Turismo, Sport, Trasporti, Servizi educativi del Comune di Ardea)


LA REPLICA DI CENTORE

CERTO SE QUESTI SOLDI SONO STATI SPESI COME SI DICE E NON HO MOTIVO DI DUBITARE, NON CAPISCO DI COSA SI RISENTONO I CITTADINI, ALLORA I SOLDI IL SINDACO LI METTE. VORREI CHIEDERE ALLORA PERCHE’ NELLA GIUNTA DI MARTEDì I DUE ASSESSORI HANNO ABBANDONATO LA SEDUTA. FORSE POTREBBE SPIEGARCELO IL SINDACO,ALMENO LUI E’ CERTO CHE NON DICE BUGIE. SAREBBE OPPORTUNO UNA SPIEGAZIONE E SAPERE QUANTE VOLTE HANNO FATTO LO STORNO DI BILANCIO PER METTERE SOLDI SUI SERVIZI SOCIALI. SAREBBE OPPORTUNO CHE QUALCHE ASSOCIAZIONE SPIEGASSE DELLE LORO IN……CA…..TURE.

IL COSTO DELL’ESENZIONE MENSA è DA Grand Hotel bravo Gobbi, fortunatamente il sindaco ha trovato te come assessore ai servizi sociali altrimenti questi bambini sarebbero rimasti senza servizi grazie.

Luigi Centore




Lettera aperta al Sindaco di Ardea



Egr. sig. Sindaco,

sa perché ricorriamo di frequente alla formula della lettera aperta?

Primo motivo perché non riusciamo a dialogare con Lei, abbiamo chiesto numerose volte incontri su varie problematiche inerenti il territorio e i cittadini ma non abbiamo mai avuto riscontro.

Secondo motivo perché la nostra è una città dove le scelte politiche e le decisioni avvengono per lo più nelle segrete stanze, fuori se ne coglie solo una vaga eco, mentre noi vogliamo che i cittadino siano informati.

Dopo questa lunga premessa, arriviamo alla questione odierna.

Da anni ormai in varie occasioni chiediamo, inascoltati, l’apertura di asili nido comunali (almeno uno), abbiamo anche ascoltato promesse puntualmente non mantenute.

Apprendiamo oggi che la Regione Lazio ha sbloccato alcuni fondi per poter aprire asili nido in 60 comuni, per un totale di 27.000 posti nella intera Regione.

Riteniamo l’asilo nido un servizio essenziale per un supporto alla famiglia; serve a garantire la conciliazione dei tempi di lavoro e di vita soprattutto per le donne, e aiuta di fatto a non creare o almeno attutire disagio e malessere sociale.

Tutto ciò premesso, Le chiediamo il Comune di Ardea, è nella lista dei 60 Comuni?

Il Comune di Ardea ha inviato a tempo debito progetti e richieste alla Regione?

Lei caro Sindaco ha pensato di utilizzare uno dei tanti beni confiscati alla mafia che sono nel nostro comune e che può essere utilizzato come asilo nido?

Ci auguriamo di non aver ancora una volta perso il treno della civiltà, ci auguriamo che la richiesta ci sia, perché altrimenti sarebbe veramente avvilente per noi cittadini e rappresenterebbe un’ulteriore conferma della incapacità politica amministrativa e gestionale di questa classe politica che governa Ardea ormai da moltissimi anni.

Cordiali saluti,

SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA’ - CIRCOLO DI ARDEA


PRC - FEDERAZIONE DELLA SINISTRA


Prendiamo le distanze dalle dichiarazioni del min, Sacconi in merito al calo del 20% per le richieste di invalidità, dato
riportato dall'inps che ha chiuso il bilancio annuale, 2009.
Secondo il saggio ministro il merito va ad una politica che usa "il filtro duro".
Pur sostenendo la lotta contro i falsi invalidi,riteniamo offensivo e discriminatorio il commento del ministro, il quale
vanta il merito di aver risparmiato inducendo il calo di richieste per invalidità, attraverso un più sano confronto tra
valutatore ed erogatore, riteniamo che il calo è dovuto semmai a politiche di terrorismo,tentativi di scoraggiamento e
ipotesi di di categorizzare le invalidità. oltre che un meccanismo complesso per accedere alle richieste:;.é falsa e
faziosa l'affermazione che si è operato un risparmio a vantaggio delle cassa statali, ne sono la dimostrazione le pensioni
in sospensione per le quali sono in attesa centinaia di ricorsi sui quali la magistratura si esprimerà nel merito, con
evidente aggravio di spese dello stato. Per l' anno in corso è prevista la richiesta soltanto on.­line , probabilmente al
prossimo bilancio inps per l'anno 2011 assisteremo ad ulteriori cali, imputabili a un iter più complicato e non alla
portata di tutti.
Cosi' il ministro invece di agevolare e sostenere gli invalidi italiani, gli rende la vita più complicata in nome del
risparmio collettivo.
In poche parole il ministro Sacconi sostiene che grazie al pugno duro ha smascherato una massa di imbroglioni, la
categoria degli invalidi non è costituita pero' da mistificatori e occorre rispetto quando si parla dei cittadini più deboli e
bisognosi di aiuto , ricordiamo che stiamo parlando di poche centinaia di euro procapite.
Se questo governo intende perpetrare una lotta contro i mulini a vento per non affrontare i veri grandi temi del
fallimento economico politico e sociale del paese, noi non staremo a guardare, siamo sempre pronti a discutere ed
indicare chi siano i veri imbroglioni del nostro bel paese.
PRC federazione castelli
Barbara Tamanti resp. welfare

07 dicembre 2010

P.S.I. ARDEA, ABBATTIMENTI TROPPO POCO PER ESULTARE


Ardea 6 dicembre 2010 - Per ampliare i risultati delle demolizioni sul litorale il sindaco Eufemi strumentalizza la suddivisione degli edifici in appartamenti, comunicando di aver abbattuto 35 unità abitative, ma in realtà si tratta di una decina di manufatti che complessivamente incidono su un fronte strada di 200 metri scarsi. Non possiamo non prendere atto che l’amministrazione abbia iniziato questa opera di bonifica, peraltro su ordine dalla magistratura, per la riqualificazione del litorale, ma proclamare soddisfazione per i risultati ottenuti, come fa l’assessore regionale all’urbanistica Ciocchetti è sinceramente esagerato e prematuro. Evidentemente l’assessore manca da Ardea da molto tempo perché in tal caso si sarebbe accorto che sui circa nove chilometri di costa gli abbattimenti incidono soltanto per meno del 2 per cento e riteniamo che sia ancora poco per gridare vittoria, specialmente se si pensa al mancato abbattimento del complesso delle Salzare ricettacolo ormai riconosciuto della malavita locale e nazionale. Piuttosto cosa ne pensa Eufemi della presa in giro fatta dai suoi “amici” della Regione Lazio che hanno elargito per lo scopo 24.000,00 che non sono nemmeno sufficienti per un solo abbattimento? Non crede che sia più dignitoso restituire questa “elemosina” fatta dall’amministrazione, che chiama amica, il cui Presidente è l’On.le Polverini, e ciò a parziale ristoro del disastro finanziario che l’amministrazione “nemica” Marrazzo, a suo dire, avrebbe lasciato in eredità? Disastro finanziario forse dovuto agli oltre 200.000,00 che l’amministrazione regionale di sinistra aveva concesso ad Ardea per la realizzazione di opere pubbliche e che poi la Polverini ha “amichevolmente” revocato; o ai 2.400.000,00 euro che sempre la sinistra ha concesso per la riqualificazione del litorale ardeatino; o ancora, alla serie di opere che saranno contestualmente eseguite a compensazione, grazie all’intervento regionale di oltre 15.000.000 euro per la realizzazione del depuratore dei Castelli, come il completamento della rete fognaria e idrica di Ardea in particolare nella zona di Montagnano, nonché l’ampliamento del depuratore già esistente di via Bergamo, oltre alla realizzazione di un parco a verde pubblico attrezzato e di un centro polifunzionale con annessa sede per le delegazioni del territorio; e anche dei diversi altri finanziamenti ricevuti e che Eufemi fa finta di dimenticare (a proposito il presidente della commissione ambiente dell’amministrazione regionale “nemica” di sinistra della scorsa legislatura era quel tale On.le Claudio Bucci di cui ora Eufemi, smemoratamente, lamenta una mancata attenzione nei confronti di Ardea).


Franco Lo Reto – Portavoce del Partito Socialista Italiano




05 dicembre 2010

CRISI: ADUSBEF, È BOOM PIGNORAMENTI (+32% NEL 2010) 150MILA CASE ALL'ASTA, QUASI +70% NEL TRIENNIO


(ANSA) - ROMA, 4 DIC - La crisi morde ancora e molte famiglie pagheranno un conto salato con i pignoramenti che quest'anno cresceranno in media di oltre il 30% rispetto al 2009 (di quasi il 70% nel triennio 2008-2010). Morale: oltre 150 mila case che finiranno all'asta. Il quadro emerge dalle cifre raccolte da Adusbef attraverso un monitoraggio in 35 dei maggiori Tribunali italiani: i dati sono stati raccolti e comunicati in gran parte dai Tribunali fino ai mesi di ottobre-novembre scorso e proiettati da Adusbef su base annua. «L'insostenibile crisi economica - sottolineano Elio Lannutti e Rosario Trefiletti nello studio - porta sempre pi— famiglie italiane a non poter onorare le rate dei mutui, impegno sempre pi— gravoso che mangia il 33% del reddito e si traduce, per almeno 350 mila famiglie, in un rischio reale di insolvenza». (ANSA)Da qui la richiesta avanzata dai consumatori di un decreto 'salva-famigliè, con sgravi fiscali per i redditi sotto i 25.000 euro. «L'insostenibile crisi economica - si legge ancora - porta sempre più famiglie italiane a non poter onorare le rate dei mutui, impegno sempre più gravoso che mangia il 33% del reddito e si traduce, per almeno 350 mila famiglie ad un rischio reale di insolvenza al punto che, secondo Adusbef, che ha raccolto i dati nei maggiori tribunali, le stime 2010 sul numero di pignoramenti ed esecuzioni, potrebbe salire nel triennio a sfiorare il 70% (69,35% in media). Secondo queste stime, scrive l'Abusbef, »le procedure immobiliari, pari al 2,4% del totale dei mutui (quindi a circa 150.000 su 3,6 milioni del totale, con circa 28.000 procedure avviate solo nel 2010) potrebbero far sparire una media città come Monza«. Gli aumenti maggiori di pignoramenti si registrano a Milano (+1.592, per un totale di 4.885), seguita da Torino (+930); Roma (+728); Monza (+424); Verona (+425); Bergamo (+41 (ANSA)6); Lecce (+365); Brescia (+290); Genova (+336). In fondo alla graduatoria le famiglie residenti a Rovigo (+13,8); Venezia (+13,9%); Forlì (+16,1%); Vicenza (+16,7); Perugia (+18,1%). Alla luce di questi dati, per Adusbef, »occorre un urgente decreto 'salva-famigliè, anche con sgravi fiscali di almeno 1.500 euro per i redditi sotto i 25.000 euro a favore di lavoratori a reddito fisso e dei pensionati, per attutire le gravi ricadute sull'economia reale che già sconta una recessione da economia di guerra che diventerà più pesante nei prossimi mesi quando il crack finanziario globale dispiegherà i suoi effetti sulle fasce sociali più deboli«. (ANSA)

02 dicembre 2010

BAGARRE IN GIUNTA PER UN CONCORSO PUBBLICO


Finisce in bagarre la riunione di giunta Comunale Comunale dopo l'approvazione di aumento di posti per l'assunzione da un concorso pubblico. Un Concorso di categoria D1 per i servizi educativi. Il bando partito nel 2008 e riaperto nei termini nel 2009 prevede l'assunzione a tempo indeterminato per un posto da dirigente nei servizi educativi. A detta dei partecipanti, il bando conteneva nei requisiti la laurea in lettere, mentre sembra che la prova scritta sia stata impostata in materie di giurisprudenza. Dal numero dei partecipanti, molto pochi, sembrerebbe di vivere in un paese dove non c'è disoccupazione ed i laureati si contano sulle punte delle dita. Misteri di Ardea? O più semplicemente rassegnazione al nepotismo che vede accedere nei ruoli del Comune, parenti, amici, figlie. Sapendo di commettere una irregolarità sembra che la Giunta Comunale si apprestasse a revocare l'aumento dei posti da 2 a 1 , come previsto, perchè c'è già una graduatoria di quelli che hanno superato gli scritti, ma si è trovata di fronte un Eufemi irremmovibile che avrebbe addirittura minacciato le dimissioni con conseguente fine della legislatura. Se non passava l'allargamento del concorso sostenuto dal Sindaco, potrebbe non passare in futuro l'approvazione del Piano urbanistico di Rio Verde, che nelle intenzioni si estende fino alla Banditella alta e parte della Nuova Florida ove hanno terreni consiglieri comunali o loro parenti. La solita porcata, hanno commentato i bene informati.

Intanto altri laureati non proprio schierati chiedono che venga fatto il concorso per le loro categorie ed esclusivamente per meriti professionali

Valtere Roviglioni IDV Ardea

ARDEA, ASSEDIATO L'UFFICIO DEI SERVIZI SOCIALI


Genitori irrompono negli uffici comunali per discutere il costo del ticket mensa e scuola bus


Le famiglie disagiate alle quali è stato vietato ai figli di usufruire del servizio degli scuola bus e mensa in quanto mancanti del pagamento dell’abbonamento, si sono riversate come precedentemente annunciato, questa mattina presso l’assessorato e gli uffici dei servizi sociale.
Una confusione da stadio con qualche attimo di tensione dovuta alla disperazione della gente che sbatteva i pugni sulle vetrate che separano il pubblico dagli impiegati. Urla e disperazione nel volto di questi sventurati disoccupati che devono subire l’umiliazione di non essere in grado di acquistare come tanti i biglietti per lo scuola-bus e la mensa.
Per dovere di cronaca va ricordato come l’assessorato che dovrebbe rilasciare i ticket sia quello dell’assessore Massimiliano Gobbi che a sua giustificazione spiega di ‘non aver ricevuto dalla giunta e dal sindaco i soldi nel suo peg per effettuare i finanziamenti”.
L’altro settore quello dei trasporti e mensa, è quello che fa capo a Paolo Dei Santi. Sul posto per ordine pubblico sono prontamente giunti di carabinieri della nuova tenenza e il comandante delle polizia municipale. Non a caso oggi, non c’era nessuna traccia dei politici del settore. L’unico che, saputo di quanto stava accadendo è giunto immediatamente, è stato il consigliere Luca Di Fiori (nella foto), che ha parlato con i presenti convincendoli ad attendere le decisioni del sindaco che sicuramente avrebbe risolto il problema.
Sentito telefonicamente il sindaco Eufemi, ha rassicurato che oggi come in passato ancora una volta sarà lui a trovare la soluzione per riportare la calma nel settore. Il “Per il tardo pomeriggio – ha spiegato - ho indetto una riunione con i responsabili del settore servizi sociale e pubblica istruzione invitando gli assessori Dei Santi e Gobbi oltre ovviamente al dirigente Giovanni Cocuzza”.
Del resto il problema per definire chi ha diritto all’esenzione e chi no, doveva essere già pronto dall’inizio dell’anno scolastico. Nessuno ha spronato chi di competenza a far sì che non si arrivasse a presentare Ardea come un paese incivile e insensibile ai problemi dei più bisognosi e vanificando tra l’altro il lavoro del sindaco.
Luigi Centore

FRANCESCO LOPEZ: PD ADDIO, MI HAI DELUSO


Il disagio provato al congresso del PD dove chi dovrebbe essere leader politico urlava cose senza senso a chiunque si trovasse a passare a suo tiro,quel leader “Giordani” che io scelsi quale candidato a sindaco per ardea nel 2007,sono stato sempre uomo di partito,sono cresciuto con la consapevolezza del rispetto dell’ideologia e anche quando la linea del mio partito a tutti i livelli non trovava riscontro nelle mie idee e aspettative ho obbedito senza altre invenzioni, ” liste civiche o altri partiti come è usanza ad ardea”. Ho lavorato sempre dietro le quinte senza mai chiedere o pretendere medaglie e/o stellette. Snervante è stata la trattativa pre congresso,chi dice di non esser stato coinvolto nelle scelte non dice il vero,come chi dice di voler il cambiamento a dispetto della vecchia politica. Nulla di personale contro Sarrecchia, legittima la sua candidatura ma non condivido la scelta di chi ha deciso di appoggiare questa linea a dispetto del rinnovamento. Non condivido Giordani che dopo aver urlato ai quattro venti che lui non si sente del PD e non ha mai partecipato alla vita del partito se non limitatamente al periodo elettorale “quando lui stesso non è candidato in altre liste”,si getta nella mischia per essere ago della bilancia,ma purtroppo mai verso la politica del centrosinistra,anzi è famoso per sfornare persone che cambiano coalizione in un batter d’occhio. Deluso da quella componente cosiddetta “giovani”,a mio avviso al di là della data anagrafica,sono più concentrati alla ricerca del potere che all’alternativa di questa politica vecchia e paralizzata. Sono stato sempre per il rispetto dei progetti e delle linee,non credo che il resto della coalizione sia entusiasta di quanto stia partorendo il PD,quel PD che dovrebbe esser faro per gli altri partiti si presenta ai nastri di partenza con Sarrecchia segretario che fino a qualche tempo fa abbiamo combattuto essendo lui perno importante di quel centrodestra che proprio non ha fatto il bene del paese. Esco,lascio un partito che non lo sento più mio,un partito che seppur a livello nazionale sta imboccando la via giusta ad ardea non c’è bussola che sia in grado di dargli coordinate. Troppi “scienziati”,con un unico obbiettivo,quello di contribuire alla sconfitta del centrosinistra perchè collusi con il centrodestra. Esco prima della nomina del nuovo segretario, il mio era Pisani a cui rinnovo la mia stima e fiducia, lascio con la speranza che questa mia possa essere una sorta di grido di dolore, che possa far decidere al ballottaggio di votare con il cuore al paese e al partito e non cedere al canto delle sirene soltanto per ordini di scuderia. Lascio senza aver minimamente coinvolto nessuno. Ringrazio il mio amico Antonino Abate,che,sono certo non condividerà la mia scelta ma rinnovandogli tutta la mia stima e ammirazione per l’uomo ed il politico non ritengo più di dover rimanere all’interno di un partito che fa karakiri quotidianamente. La mia aspettativa era ed è quella di esser alternativi a questa amministrazione, Grazie.

Francesco Lopez



IL COMMENTO DI UN EX


sono un elettore, o meglio un ex elettore del pd, che sempre più delude e lascia perplessi, nel paese , ma anche ad ardea. Prorio quando i cittadini cominciavano a sperare nell'unione della sinistra, il pd sciorina un congresso che li vede spaccati nel loro interno.quello che ne esce è un figura deprimente, come possiamo sperare nel rinnovamento ad ardea se il pd, grande partito del cartello è tanto travagliato? qui non siamo al grande fratello dove ci basta guardare quello che accade nella casa da spettatori, perchè ci aspettiamo che i protagonisti facciano qualcosa per noi cittadini,invece che litigare per i posti del potere, a questo punto credo che coraggiosamente lopez prende le distanze ed io con lui.

G.M.

30 novembre 2010

Bucci (Idv): ‘Ardea, irregolarità nelle concessioni edilizie'


Presentata dal consigliere regionale un'interrogazione per chiedere che la Regione nomini dei commissari


“I disagi che vivono i cittadini di Ardea adesso potrebbero trasformarsi in vere e proprie tragedie domani se non interveniamo subito”.
È quanto dichiara, in una nota, Claudio Bucci, consigliere dell'Italiadei Valori alla Regione Lazio, che ha presentato un'interrogazione per chiedere che la Regione nomini dei commissari ad acta per verificare eventuali irregolarità nel rilascio di autorizzazioni edilizie nel Comune di Ardea.
“Come sono stati rilasciati i permessi a costruire nelle aree sottoposte a vincoli? E la mancanza di manutenzione ordinaria che sta portando Ardea ad un preoccupante dissesto idrogeologico che rischia di compromettere edifici e strade come si giustifica? - continua Bucci - Inoltre non vorremmo che la troppa 'facilità' con cui sembrerebbero essere rilasciati dalla Giunta comunale i permessi per costruire rischia di attirare investimenti poco puliti”.
In merito a questo si esprime anche il Coordinatore locale dell'Italia dei Valori, Alberto Delli Colli: “Non dimentichiamo che qualche anno fa il Prefetto Achille Serra si è interessato al caso Ardea, il timore è che, visto il clima di deregulation, possano inserirsi venti mafiosi”.
“Basta con questa tendenza alla deregulation, riaffermata e consolidata con il Piano Casa che sta proponendo questa Giunta – conclude Bucci - la Regione come ente tutorio deve controllare e verificare quanto sta accadendo ma la direzione che ha preso la Giunta Polverini sembra solo quella della cementificazione incontrollata, con altissimi rischi per il territorio”.

ESPOSIZIONE NATALIZIA


Al Ristorante “Al Centro” di Via Campo Selva, nei giorni

10 – 11 – 12 dicembre


si terrà la I° ESPOSIZIONE NATALIZIA DELL’INGEGNO”.

Trattasi di una manifestazione di espositori che, con il proprio ingegno e con lavorazioni fatte esclusivamente a mano, esporranno lavori natalizi e non, in un contesto lontano dal traffico cittadino, in un ambiente gioviale, sereno, festoso con la presenza di un Babbo Natale per i bambini e di persone che assisteranno i bambini mentre le mamme ed i papà gireranno tra gli stand per ammirare quanto esposto.

L’esposizione si svolgerà in un luogo con tanto verde intorno e tanto spazio anche per i grandi che potranno accomodarsi per prendere un caffè, una cioccolata calda con pasticcini ed una fetta di ciambellone sfornato dalla cucina della Sig.ra Teresa.

Coloro che desiderano esporre le proprie creazioni, nell’ambito della manifestazione, possono contattare la Sig.ra Teresa ai n.06/91492351 oppure al 3477660905.



ARSENICO E “VECCHI VIZIETTI”


Le cronache di questi giorni hanno portato alla nostra attenzione la grave questione dell’inquinamento delle falde acquifere in Italia e in particolare nella nostra Regione. In 91 Comuni del Lazio sono stati rilevati valori di sostanze nocive presenti nell’acqua ben al di sopra dei limiti consentiti dalla Dir. 98/83 CE (Drinking Water Directive). Parliamo di sostanze estremamente pericolose come l’arsenico (As), il cui limite è stabilito in 10 mg/l e la cui concentrazione invece arriva anche a 50 mg/litro. Lo sforamento dei valori massimi lo troviamo anche in riferimento al fluoro (F) e al bario (B). Due sono state le deroghe richieste dall’Italia alla Unione Europea per eseguire i lavori di messa a norma degli impianti di distribuzione dell’acqua potabile ma non tutte le realtà locali si sono adeguate. La richiesta della terza deroga ha subìto, a ragione, il veto della UE e ora i Comuni inadempienti si trovano a dover decidere se sospendere o meno l’erogazione dell’acqua potabile o se intervenire diluendo le concentrazioni delle sostanze inquinanti al di sotto del limite massimo, in attesa del termine (ma in alcuni casi non si è nemmeno iniziato) dei lavori di adeguamento ai parametri fissati dalla UE e dal nostro Paese recepiti con il D. Lgs. 31/2001(ben tre anni dopo la Direttiva Europea!!!). Dalla lettura del documento di Bruxelles risulta che nel Comune di Ardea ci sono cento (100) utenze in cui i valori di As, F e B sono superiori al tetto massimo. Ci domandiamo a chi corrispondano le cento utenze “fortunate”, i cui titolari stanno bevendo da anni acqua inquinata e cancerogena: magari tra esse figura qualche scuola… Chiediamo al Sindaco Eufemi di porre in essere immediatamente un’operazione di trasparenza e di adempiere al più presto e senza ulteriori indugi l’obbligo di rendere pubbliche e facilmente accessibili le tabelle dei valori delle sostanze disciolte nell’acqua e di attivarsi, seppur con notevole e colpevole ritardo, per risolvere questa incredibile situazione. Se è vero che la prima deroga risale agli inizi degli anni 2000, è pur vero che nulla è stato fatto per mettere in sicurezza gli impianti. Eppure paghiamo una tra le più salate bollette d’Italia. Dobbiamo almeno esigere che i servizi siano commisurati a quanto da noi pagato e che si allineino allo standard minimo europeo.

Luigi Di Girolamo

Verdi Ardea.

Ardea, 29 novembre 2010.

CDQ NUOVA FLORIDA SCRIVE AL SINDACO


Al Sindaco Carlo Eufemi

All’Assessore Nicola Petricca


Oggetto: “C’era una volta il Boschetto”...



  • per piantarvi gli alberi del programma “un milione di alberi”...

  • attrezzato con giochi per bimbi e ragazzi...

  • la più grande area verde pubblica di Ardea,

  • ove le mamme potevano portare i piccoli a prendere una boccata d’aria, e mentre questi giocavano potevano fare due chiacchiere con le amiche...

  • dotata di cestini per la carta...e senza deiezioni di cani...


ed ora?


  • Buona parte dell’area è ricoperta di rovi e sterpaglie (vedi Ordinanza Comunale Terreni incolti 259 del 28/6/2010) dai quali una mamma con carrozzina, su via Reggio Emilia, ha visto uscire un “verdone”.

  • La recinzione manca in alcuni punti. In altri è stata abbattuta per tratti, o rischia di collassare, con anche un paletto pericolosamente sporgente verso la carreggiata di via Reggio Emilia, con mancanza di visuale all’incrocio di via Reggio Calabria, punto nel quale già si sono verificati diversi incidenti.

  • I giochi sono quasi tutti distrutti o scomparsi.

  • Vi sono ancora pozzetti elettrici pericolosi (vedi le nostre ultime lettere dell’8 e 18 maggio 2009) e mancano i cestini per le cartacce.

  • I cani scorazzano e sporcano anche nella zona ove giocano i bambini.

  • La fontanella, ancora senza rubinetto, getta acqua a perdere (a carico dei contribuenti ed in barba alle campagne ecologiche!) come gia segnalato a voce.

  • Con un ripetitore di telefonia mobile (chi ne controlla le emissioni?) e per il quale “forse” il Comune non riscuote il dovuto canone.


Cosa intende fare l’Amministrazione,

e quando, per ri-renderlo fruibile?


Distinti saluti.

Comitato di Quartiere Nuova Florida

Il Direttivo


Ardea, 29 novembre 2010

28 novembre 2010

ARDEA – 40 ANNI DI PROGETTAZIONI, MA NON LI DIMOSTRA


Nel 2010 l' Amministrazione comunale ha dato vita in pompa magna ai festeggiamenti per il 40ennio della costituzione di Ardea in comune autonomo, staccatosi da Pomezia.

Tanti cittadini si sono chiesti il significato di tali festeggiamenti e cosa c'era da festeggiare visto il disastro ambientale e sociale che incombe sul territorio.

Evidentemente progettisti, geometri, architetti ecc. hanno di che essere felici, e visto che la classe politica nella sua maggioranza è costituita di tali “ professionisti “ , la festa e tutta loro se si considerano i miliardi di lire e i milioni di euro usciti dalle casse comunali per progetti mai realizzati.

Si comincia con l'arco della porta, campo sportivo di Tor S. Lorenzo, piste ciclabili, strade, illuminazione pubblica, scuole fogne ecc ecc Un lungo elenco di progetti pagati a professionisti di riferimento dei vari assessori e consiglieri comunali realizzati solo in parte o cestinati.

Tra il 1998 / 99 l'allora assessore e vice Sindaco Vincenzo Cari fece approvare dalla giunta più di 40 delibere di progetti per la maggior parte assegnati e pagati. Oggi l'attuale assessore ai LL. PP. trionfalmente ci annuncia nuovi progetti per sistemazione di strade illuminazione ecc. Temendo un difetto di memoria abbiamo raggiunto telefonicamente l'ex assessore Vincenzo Cari il quale ci conferma il tutto rendendosi disponibile, se richiesto, a relazionare con tanto di delibere e magari risvegliare la memoria ai consiglieri comunali che “ suggerirono “ i vari progettisti.

Non bisogna andare troppo a ritroso nel tempo, basta risalire ai progetti per la casa comunale e l'aula consigliare, due progetti per i quali fu chiamato a mettere la prima pietra Pierferdinando Casini, all'epoca Presidente della camera dei Deputati e successiva figura barbina in quanto il terreno dove doveva sorgere la casa comunale fu sequestrato dal tribunale di Velletri.

Ora, con la solita forma della “ somma urgenza “ si torna ai bandi per la progettazione ed assegnazione dei lavori.

Sarebbe il caso che la corte dei conti apra finalmente un fascicolo sulle spese “ facili” del Comune di Ardea e che il Prefetto di Roma agisca sulle prescrizioni che dal 2006 ha ingiunto per irregolarità urbanistiche, pena lo scioglimento del consiglio comunale, le continue proroghe lasciano il territorio nell'illegalità e nell'incertezza del diritto.

O forse c'è bisogno di un supplemento di indagini della Commissione di Accesso per inchiodare Eufemi alle sue responsabilità ?


Valtere Roviglioni IDV Ardea


L'ASSESSORE LL. PP. DANIELE BOSU: TANTE OPERE DA REALIZZARE

Caro Waltere,non c'è nulla di trionfale negli annunci che mi è capitato di fare,per le delibere che ho proposto all'attenzione della Giunta Comunale,ho solo cercato di mettere al corrente i nostri Concittadini dell'operato dell'uffico dei lavori Pubblici di Ardea e dell'Amministrazione tutta,questo credo sia doveroso per la Popolazione che paga tributi e tasse e che giustamente attende tutti quei servizi primari per vivere più civilmente.I progetti che sto personalmente seguendo e di cui ho dato notizia sui giornali,dopo il "progetto preliminare" hanno visto l'approvazione del "definitivo" ed ora stiamo chiedendo i mutui alla Cassa Depositi e Prestiti,contestualmente si faranno gli "esecutivi e si potranno così espletare le gare.Alcune opere invece saranno finanziate con gli oneri concessori pagati dai Cittadini,altre invece saranno finanziate con fondi Comunali.Tutte opere pubbliche essenziali,asfaltazione strade,pubblica illuminazione,marciapiedi,sicurezza stradale,arredamento urbano,mercati,toponomastica,ristrutturazione beni sequestrati alla malavita,centro alzheimer,scuole,palestre,semafori inteligenti,completamento del museo/antiquarium e aula Consiliare.
Il mio ufficio sta dando il massimo affinchè la Città di Ardea nel prossimo futuro sia orgogliosa del nome che porta,io da parte mia metto tutto me stesso onorando il mandato ottenuto e cercando di assolverlo nella maniera più degna.


ROVIGLIONI REPLICA A BOSU: EVADI LE DOMANDE, QUEI PROGETTI SONO STATI DI NUOVO PAGATI ?

Caro Daniele,

non ho dubbi sulla tua volontà di realizzare le opere che elenchi, problemi rimandati negli anni, un rito che si ripete ad ogni cambio di Assessore. Basta pensare alla toponomastica che tu annunci, quante volte è stata appaltata, quante volte è stata pagata senza avere risultati ? Purtroppo devo ancora notare che il dialogo politico si esaurisce in annunci ad effetto senza entrare nel merito.

Ci fai un lungo elenco di opere che vorresti realizzare, ma non rispondi al mio interrogativo: i progetti sono stati rifatti e nuovamente pagati, o ti sei preso la briga di andare a riprendere quelli già depositati e magari aggiornarli ?

Mi risulta che molti di quelli negli anni precedenti sono stati affidati a progettisti lautamente pagati. In momenti di crisi una onesta amministrazione dovrebbe orientarsi alla economicità e alla efficienza nella gestione delle risorse finanziarie, perche' ritengo irresponsabile e scorretto negare assistenza ai bambini disabili per poi sperperare risorse solo per alimentare clientelismi politici.

Valtere Roviglioni IDV Ardea


Anm: le tangenti ci costano 60 miliardi all'anno. Italia peggio del Ruanda


Dal XXX congresso dell'Associazione l'allarme delle toghe: "La lotta alla corruzione diventi una priorità". Poi l'attacco al governo: "La riforma è pensata per colpire la nostra indipendenza". Napolitano: "Ritrovare fiducia nella giustizia"

di rassegna.it
"Abbiamo assistito, a una serie di interventi episodici e contingenti dettati dall'esigenza di risolvere situazioni legate a singole vicende processuali e sempre mirati a limitare l'autonomia e l'indipendenza della magistratura". Lo ha detto il presidente dell'Anm dal palco del XXX congresso dell'Associazione il presidente Luca Palamara. Nel mirino c'è non solo l'annunciata riforma costituzionale ma anche i "non meno insidiosi progetti di legge ordinaria in materia di intercettazioni, processo breve e polizia giudiziaria svincolata dal pm". Palamara si è detto poi "convinto che il rapporto tra la magistratura e gli altri poteri debba accantonare sterili polemiche e strumentali antagonismi, per individuare validi strumenti di politica giudiziaria che, invece, purtroppo, a tutt'oggi, latitano, come continua a mancare un'organica e razionale riforma della giustizia". Poi, un affondo specifico sulla corruzione: "In Italia il fenomeno è ancora largamente diffuso; nel 2009 le tangenti nel nostro Paese hanno inciso sulle tasche degli italiani per circa 60 miliardi di euro". E per questo il presidente dell'Anm ritiene "essenziale" che la lotta alla corruzione sia "tra le priorità dell'agenda delle riforme'. A causa di questa 'piaga', ricorda Palamara, l'Italia è al 67/o posto nel rapporto pubblicato da Trasparency International. Stanno meglio di noi non solo "tutti i Paesi Ue, G8 e G20", con poche eccezioni, ma anche Malesia, Turchia, Tunisia, Croazia, Macedonia, Ghana, Samoa e Ruanda. Secondo Palamara occorre anche "un serio sforzo" nella lotta alle mafie che "non può esaurirsi limitandosi ad applaudire in occasione degli arresti o del sequestro dei beni", ma ha bisogno anche "di interventi mirati sul piano legislativo". E in occasione del congresso dell'Anm, parole di sostegno alle toghe arrivano dal presidente della Camera Gianfranco Fini che in un messaggio inviato all'associazione afferma che è "compito delle istituzioni democratiche e di tutte le forze politiche del Paese, senza distinzione di parte, è quello di sostenere costantemente l'operato della magistratura la cui azione riveste un ruolo centrale per la salvaguardia del principio di legalità". Importante anche l'intervento del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano che ha sottolineato come "è indispensabile che, in una fase difficile come l'attuale, il cittadino recuperi fiducia nel sistema giudiziario "anche attraverso un corretto rapporto tra magistratura e politica". Poi il Presidente della Repubblica ha ribadito che "l'Anm resta, e più che mai appare, un interlocutore rappresentativo ed essenziale in una fase difficile come quella attuale". Poi, uscendo dal Teatro 'Capranica' al termine della prima sessione di lavori del congresso dell'Anm il Presidente della Repubblica ha risposto così a chi gli chiedeva un giudizio sulla riforma della Giustizia del Governo Berlusconi: "Quale riforma? Non sono aggiornato su quello che farà il governo...".

25 novembre 2010

Consiglio Comunale del 29 Novembre 2010


Il Presidente Policarpo Volante ha convocato il Consiglio Comunale per lunedì 29 Novembre 2010 alle ore 10:30 presso il Centro Anziani "Caduti di Nassiriya" (via dei Tassi, 18/b - Tor San Lorenzo, Ardea).

Ordine del giorno:

1) Approvazione verbale seduta precedente;

2) Comunicazioni del Sindaco;

3) Mozioni, interpellanze, interrogazioni;

4) Mancata ratifica Deliberazione Giunta comunale n. 83 del 07/09/2010, avente ad oggetto "Variazione Bilancio di Previsione al Bilancio Pluriennale 2009-2011 e alla Relazione Previsionale e Programmatica 2010-2012". Provvedimenti;

5) Assestamento generale di bilancio art. 175, c. 8, D.Lgs.267/00;

6) Modifica Regolamento sponsorizzazioni.
Il Presidente Policarpo Volante ha convocato il Consiglio Comunale per lunedì 29 Novembre 2010 alle ore 10:30 presso il Centro Anziani "Caduti di Nassiriya" (via dei Tassi, 18/b - Tor San Lorenzo, Ardea).

Ordine del giorno:

1) Approvazione verbale seduta precedente;

2) Comunicazioni del Sindaco;

3) Mozioni, interpellanze, interrogazioni;

4) Mancata ratifica Deliberazione Giunta comunale n. 83 del 07/09/2010, avente ad oggetto "Variazione Bilancio di Previsione al Bilancio Pluriennale 2009-2011 e alla Relazione Previsionale e Programmatica 2010-2012". Provvedimenti;

5) Assestamento generale di bilancio art. 175, c. 8, D.Lgs.267/00;

6) Modifica Regolamento sponsorizzazioni.